Attimi in cui mi sembra che la mia vita in questi giorni sia solo un brutto sogno.

Un sogno da dimenticare in fretta .

Eppure guardo l’orologio,ne sento il ticchettio.

E’ tutto vero…ci deve essere un senso.

Non lo trovo.

E mi sento impotente,come se anche le preghiere mie non venissero ascoltate da lassù.

Eppure forse mi sfugge,non riesco a captare quale sia il vero fine di tanta sofferenza.

Forse Dio vuole allontanarmi da lui…perchè non posso credere che sia Lui a volermi tanto male.

Ma forse il senso della vita è proprio questo.

Trovarsi a fare un esame di coscienza ,a guardarsi allo specchio e non avere nulla da recriminarsi.

Ho visto cose in questi ultimi mesi che dovro’ raccontare,che non posso lasciar passare.

 

 

Annunci

Informazioni su Anna Laura

Tutto cio' che non mi distrugge mi rende piu' forte.

»

  1. alessandra ha detto:

    Trovare una risposta o una logica alla sofferenza credo non sia umanamente possibile, solo le persone di fede lo sanno fare ed a volte mi sembra quasi ipocrisia, una non ammissione della propria debolezza, mi vien da pensare che si nascondano e sfuggano mentre tu gridi la tua indignazione.Indignazione per la mancanza d’umanità o verso quel dolore che ti sembra schiacciare,verso quel vuoto che isola chi avrebbe bisogno di un abbraccio ed un po’ di forza.
    Mi Hai fatto pensare a quando morì mio marito, per prima cosa gridai che non ce l’avrei mai fatta che il dolore era più grande di me. Sunbito dopo mi telefonò la zia suora di Clausura, in questo caso la superiora le aveva permesso una telefonata. Quando la sentii le chiesi:- zia, ma perchè tanto dolore, perchè Dio lo permette_ Mi ha risposto:- Perchè Dio da le croci in rapporto alla forza di chi le deve portarle, a te ne ha dato una di grande e c’è in questo un disegno divino da accettare ai fini della nostra salvezza- ma sai, io persona cheta cheta cosa ho pensato? :-Ma va a fa un c…”tanta era la mia rabbia, tanta da riversarla su di una persona che vive di preghiera e con la quale mi sono confidata molte volte, prendendo un treno per raggiungere Vigevano.
    Non dura per sempre Laura il dolore, passa per forza , perchè come la vita anch’egli è soggetto a continui movimenti, forza, forza, non lo credevo neanch’io ma piano piano il tuo cielo diventerà sempre più limpido, non sarà per sempre così. Buona domenica, un abbraccio.
    Ps: non chiederti il fine di tanta sofferenza, secondo me può essere uno spreco d’energie mentali, riposa pittosto e dedicati a cose che un po’ ti distraggano, tipo parlare con noi che ti vogliamo bene.

  2. wolfghost ha detto:

    In certi momenti, cara, si deve solo resistere. Tutto nella vita passa, anche se lascia segni indelebili. Sono certo che dentro di te sai che, se resisti, un giorno la tempesta passera’ e il sole tornera’ a fare capolino. Non sono solo parole di circostanza, sono scerto che sai che e’ cosi’. Resisti e succedera’.
    Un caro abbraccio!

  3. Anna Laura ha detto:

    Grazie Wolf…
    lo so,ma a volte la vita non dà tregua e ci si sente stanchi.
    Oggi ho accompagnato papà alla casa del Signore…e sento che lui mi è vicino e che molti dei miei dolori si stanno allontanado.
    La morte non sempre è brutta…io la sento come un nuovo inizio.
    Io e il mio papà ora siamo piu’ vicini,anche piu’ vicini di prima.
    La morte brutta l’ho vista negli occhi di alcune persone che cinicamente non mi hanno ascoltata proprio in un luogo di cura .
    Ma tutto ,forse doveva andare cosi’…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...