Forse… scappare  sarebbe una soluzione.

Forse… non ho abbastanza coraggio.

Forse… non saprei neppure dove scappare.

Forse…sto cercando una di quelle mie vie di fuga,anche solo un piccolo nascondoglio,un punto di pace.

Forse…l’incertezza è il piu’ straziante modus vivendi.

Forse…mi sento in trappola.

Forse …forse…forse..

………..E lasciero’ che la vita mi divori,senza alcuna via di scampo.

E intanto scrivo
La vita è breve e l’arte lunga, pure
può esser breve l’arte, e interminata
Questa treccia di luce che si annoda
tra stella e stella, in cerca del suo porto.
So che ho vissuto già più di cent’anni
e sto sull’alto della torre e scruto
ogni giorno l’arrivo del messia.
Di dove non lo so, né chi egli sia,
so che giro all’intorno la lanterna
quando fa notte, e intanto scrivo e scrivo
in ogni pausa, per scaldarmi la mano.
Venne un giorno un profeta mussulmano
e mi disse una cosa amara e strana,
che proprio qui, fra queste oziose carte,
il mio messia s’è fatto la tana.

Pier Paolo Pasolini

Annunci

Informazioni su Anna Laura

Tutto cio' che non mi distrugge mi rende piu' forte.

Una risposta »

  1. alessandra ha detto:

    E’ sempre straordinario leggere Pasolini e non stento a credere che in molti momenti della vita ci si riconosca nella sua descrizione di solitudine e disperazione, abbiamo anime tanto grandi e fragilità che non le sanno contenere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...