6a00d8341c11f053ef00e54f72a8b08833-640wi

« D’effimero oblio è questa sera.
Mi narra la storia che ho perduto.
La pioggia è stanca come questa mano,
riversa e immobile sul foglio bianco.
Vertigine che preme, e strido, come
digrignar di denti, strido, corda
sublimemente vaga, stasera in disaccordo,
con l’armonia del Tutto ;
ma la montagna che una sera vidi
mi disse amore, straripante
amore : dalle sue luci appena distinguibili,
dal suo stagliarsi, Ala Riparatrice, contro
quel mare che è tempesta, al di là del
riflesso quieto d’una argentea luna. »

Rita R. Florit

Roberto Vecchioni

Per Amore mio

Annunci

Informazioni su Anna Laura

Tutto cio' che non mi distrugge mi rende piu' forte.

»

  1. bluscorpion ha detto:

    bellissima questa poesia grazie pe questi attimi compressi di visioni

  2. stefano ha detto:

    Una “vertigine rossa” fra i colori del Natale non fà dimenticare il bisogno di profonde riflessioni.

    Ciao, Stefano.

  3. maipersempre ha detto:

    Stefano,
    è tempo di bilanci infatti.
    Non riesco a sottrarmi a questa abitudine….

  4. Steve ha detto:

    Speaking of rain, after all the snow we have had in the last two days, rain would be most welcome right now.

  5. maipersempre ha detto:

    Bluscorpion,
    Benarrivata!

  6. maipersempre ha detto:

    Steve,
    ho letto da te della nevicata straordinaria!
    Certo la pioggia in certi casi è meglio.
    Lava.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...