E’ strano ritrovarmi in mezzo ad un mare calmo,su una zattera,

ciò che resta di una vita vissuta inseguendo sogni e speranze,

aspettando che una nave mi passi accanto e mi risvegli da questo torpore,

mi convinca a tornare a riva.

Della barca che credevo potesse affrontare il mare piu’ tempestoso,

è rimasta solo questa zattera,

attaccata ad

un’ancora che si è appoggiata sul fondale.

E ci sono io….e c’eri tu….forse.

Annunci

Informazioni su Anna Laura

Tutto cio' che non mi distrugge mi rende piu' forte.

»

  1. stefano ha detto:

    …. che quella fotografia, che campeggia sul blog, avesse un significato emblematico era abbastanza chiaro……hai fatto bene a commentarla arricchendola con queste riflessioni. L’insieme parla di te….e non solo.
    Buona serata, Stefano

  2. poetikando ha detto:

    Eh, sono riflessioni amare, ma sei comunque riuscita ad attraversare tempeste e ancora ce la farai, anche su quella piccola zattera, perché solo su quella possiamo contare…
    Buon compleanno!!!
    🙂 *danj

  3. Sofia ha detto:

    E’ da quella zattera che devi ricominciare per te stessa. La nave che aspetti può salpare dal di dentro.

    Tantissimi auguri di buon compleanno anche a te.

  4. wolfghost ha detto:

    L’importante è non affondare: un’altra nave, magari più bella della precedente, può sempre passare.

  5. Steve ha detto:

    I absolutely love and adore this picture. It speaks a lot to me. But mostly I find it so calming. It placates the soul.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...