A proposito di uomini e donne

edwardhopperroominnewyork.jpgIl matrimonio di Josephine Nivison non può certo essere definito felice, eppure durò una vita. 43 anni. Per il marito ha sacrificato tutto, compresa la sua carriera di pittrice rimasta all’ombra di quella di suo marito. Pittore. Josephine disse che non avrebbe potuto pensare alla propria vita senza di lui. Eppure la picchiava, la insultava e quando un giorno gli chiese perché l’avesse sposata sputò: perché avevi i capelli ricci, sapevi il francese ed eri orfana.
Una storia di umiliazioni, come quelle che si leggono troppo spesso in giro. Come quella che Kate Nash canta in Foundation. Solo che Kate, alla fine se ne va. Josephine quando Edward Hopper morì nel 1967, a quasi ottantacinque anni, era ancora lì. Al suo fianco.
Kate, ad un certo punto dice Don’t want to look at your face, ’cause it’s making me sick. È quella k finale che sembra tanto uno sputo in un occhio.

(Edward Hopper – Room in New York – 1932)

 

http://grazia.blog.it/2007/12/11/sputi/

 

Annunci

Informazioni su Anna Laura

Tutto cio' che non mi distrugge mi rende piu' forte.

»

  1. wolfghost ha detto:

    Già… una storia sentita troppo spesso… Dai un’occhiata anche ai post che scrissi sui miei genitori (li trovi nella colonna degli “argomenti”, sotto “Un po’ di Wolf: …”); per fortuna non raggiunsero questi livelli, no, ma… diciamo che mi hanno dato modo di “capire”…

  2. stefano ha detto:

    ……ho visto,di recente, “Un giorno perfetto”…..di questo film mi ha angosciato ciò che non si vede ma che incombe su tutta la storia : il processo di trasformazione di un uomo normale che, nel dipanarsi di una vicenda affettiva, diventa violento……..nel film la vicenda si conclude tragicamente diventando un “fatto di cronaca”, nelle infinite “normalità” il tutto si trascina per l’eternità.
    Ma nel film c’è un elemento simbolico che induce alla riflessione….un grande gelato. Emma sta gustando un grande gelato mentre si avvia, inconsapevole, verso il luogo della tragedia…..come il capitano del Titanic che, avvertito del pericolo, dice “……è solo un pò di nebbia che annuncia il sole, andiamo avanti tranquillamente……”.

    E’ esattamente ciò che facciamo ogni giorno, il mondo si consuma, i politici sprecano, la violenza esplode, la morale decade…..e noi, tutti noi, indifferenti ad ogni segnale, andiamo avanti tranquillamente con il nostro gelato in mano.

    Ciao, Stefano

  3. maipersempre ha detto:

    Stefano,
    il film non l’ho ancora visto.Inutile dirti che lo farò al piu’ presto.
    Per quanto riguarda tutto il resto,sono d’accordo con te,anche se in effetti gente come te e forse anche come me non penso siano molto ..tranquilli,di questi tempi.

  4. veneredea ha detto:

    Nella vita matrimoniale di Josephine ci sono due elementi fondamentali:
    un amore per se stessi ed un eccesso di autostima che ti porta a non considerare neppure chi hai scelto rimanga al tuo fianco per tutta la vita; e l’altro, forse peggiore, è la disistima che si prova verso se stessi e le proprie capacità.
    Credo che ciò abbia contributo a elevare il delirante “amor proprio” di E. Hopper il quale probabilmente non avrebbe avuto spazio nel suo tempo se qualcuno, la moglie appunto, non glielo avesse lasciato.

    Anche questa è la storia di ogni tempo….che vi sia o meno “decandentismo” tra le relazioni e i rapporti di qualsivoglia tipo si vogliano considerare, come sta accadendo nella nostra epoca…

    Neanche io ho visto il film che hai citato, stefano, e come maipersempre cercherò di vederlo…

    P.S.
    bella e accattivante la musica di sottofondo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...