SCRIVO A TE DONNA

Ogni mattina, dopo il segno della croce,
scriverti
è come recitare una preghiera.
Non si può far di peggio,
ma io so fare di meglio.
Ora che non ti vedo,
di buon mattino,
mentre tutti dormono,
prendo la penna, come un ladro prenderebbe
la chiave di un forziere,
e con la penna
rubo la vita che non mi appartiene
e scavo un camminamento
per raggiungere te che, contro ogni legge,
considero mia.

Salvatore Fiume

E’ bellissimo sapere che qualcuno ci pensa di primo mattino. Pensieri cosi’ semplici come una preghiera.Pensieri cosi’ profondi scavati nell’anima brandendo una penna “come un ladro prenderebbe la chiave di un forziere”.

Ci sono attimi in cui inspiegabilmente partecipiamo della vita degli altri… come fantasmi presenti eppure assenti ai loro occhi… li sentiamo vivere… pare quasi d’ascoltarli respirare mentre dormono..
e contro ogni aspettativa e ogni evidenza dei fatti li sentiamo nostri, forse per il semplice fatto che il nostro cuore è loro…

Annunci

Informazioni su Anna Laura

Tutto cio' che non mi distrugge mi rende piu' forte.

»

  1. Bella poesia e considerazioni che condivido e sento mie.

    Un bacio
    Daniele

  2. isher ha detto:

    Ti lascio un saluto per un buon fine settimana.
    Ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...